News dai tricolori junior 2022

Contatta la redazione: ufficiostampa@esperiapiasco.it
Svelato il logo ufficiale
Arianna Tomola   04-05-2022

Il concorso indetto presso l'istituto scolastico Taricco ha incoronato il logo di Sara Bogetti.

I ct Salvoldi e Sangalli a Cherasco
Arianna Tomola   08-04-2022

“Un tricolore impegnativo con vista sull’Europeo”.

Challange Esperia 50°
Arianna Tomola 24-03-2022

Nasce una classifica che premierà i team più partecipativi alle gare blu-orange.

Cento Giorni ai tricolori
Davide Chicarella 24-03-2022

L'iridata Balsamo: "Congratulazione all'Esperia Piasco"

A Cherasco i tricolori Juniores 2022
Arianna Tomola   12-03-2022

Il 2 e 3 luglio 2022 con l’organizzazione del Velo Club Esperia di Piasco.

Svelato il logo ufficiale

04 Maggio 2022

Mobirise

“Il concorso indetto presso l'istituto scolastico Taricco ha incoronato il logo di Sara Bogetti”

Si avvicinano i Campionati italiani di ciclismo, che il primo weekend di luglio a Cherasco metteranno in palio le maglie tricolori per la categoria Juniores: sabato 2 è in programma la prova femminile, domenica 3 la gara maschile.
A lavorare all’organizzazione della due giorni non si è prestato solo il Velo Club Esperia Piasco, incaricato dalla Federciclismo (e tuttora impegnato per il tracciamento dei percorsi), ma anche gli alunni delle classi seconde della scuola secondaria dell’Istituto comprensivo Baricco di Cherasco e Roreto.
A questi ultimi il comitato piemontese della Federciclismo ha affidato il compito – attraverso un concorso – di creare un logo distintivo per la manifestazione.
Al concorso hanno partecipato 118 alunni, coi propri elaborati, così suddivisi: per lo stabile di Cherasco sono state coinvolte le classi 2^A (20 alunni), 2^B (20), 2^F (13), per il plesso di Roreto le classi 2^C (23 studenti), 2^D (21) e 2^ E (21).
I loghi sono stati esaminati dalla giuria, composta dal presidente della Federciclismo Piemonte Massimo Rosso, dalla docente di Tecnologia e Vicepreside Enrica Sartirano e dalla Direttrice dei servizi generali e amministrativi dello stesso Istituto scolastico Sonia Sarotto.
Al termine di un’attenta analisi, la commissione ha deciso che a vincere il concorso è stato il logo ideato dall’alunna SARA BOGETTI della classe 2^ A di Cherasco. Al secondo posto si è piazzato il disegno dello studente LORENZO DANESI della classe 2^ A di Cherasco, al terzo l’elaborato dell’allievo TOMMASO SANNINO della classe 2^E del plesso di Roreto. I dettagli riguardo alla premiazione ufficiale saranno svelati a breve.


A recepire l’iniziativa è stato il direttore scolastico Alberto Galvagno. “I ragazzi hanno apprezzato il concorso e hanno lavorato, seguendo le indicazioni dei docenti, per tre lezioni al fine di stendere gli elaborati – commenta il Prof. Galvagno – si sono sentiti partecipi di un evento che interessa la propria città e sono stati contenti di aver fornito il loro contributo, sfruttando l’occasione come attività didattica. E’ stato certamente un valore aggiunto al percorso di Arte”.
Massimo Rosso, presidente della Fci Piemonte, non nasconde le difficoltà della giuria nel decretare il vincitore. “Abbiamo esaminato tutti i loghi e la scelta finale è stata complicata – ammette – per questo abbiamo deciso di premiare, oltre all’elaborato vincitore, anche altri due lavori per completare, proprio come avverrà al campionato italiano, il podio tricolore. Mi congratulo con l’alunna vincitrice per aver saputo rappresentare con semplicità, completezza e fantasia tutti i simboli dell’evento. Estendo i complimenti anche agli altri due studenti classificatisi al secondo e terzo posto e ringrazio tutti i ragazzi che hanno partecipato e il Prof. Galvagno per aver recepito l’iniziativa. Mi auguro che qualche alunno possa avvicinarsi a questo meraviglioso sport per far crescere ulteriormente il movimento giovanile piemontese, che tante soddisfazioni sta già fruttando”.
Tra le ultime vittorie timbrate dai corridori piemontesi si ricorda il trionfo del cuneese di Piatto Pietro Mattio al 58° Giro della Castellania, classica disputata il 24 aprile sul lago d’Orta, per Juniores. L’alfiere classe 2004 della Vigor Cycling Team, azzurro sia del ciclismo su strada sia della mountain bike, ha dichiarato proprio di voler essere protagonista in casa al Campionato italiano. Per essere al via dovrà meritarsi la convocazione, da parte del selezionatore Francesco Giuliani, nella rappresentativa piemontese. Alla gara maschile infatti la partecipazione avverrà per selezioni regionali. Libera è invece l’iscrizione in ambito femminile, con le atlete che saranno dunque in gara a rappresentare i propri club di appartenenza.

Guarda i video del sopralluogo e le impressioni dei CT della nazionali italiana sui canali social:
https://www.facebook.com/tricolorejunior22
https://www.instagram.com/tricolorejunior22

Torna su  

I ct Salvoldi e Sangalli a Cherasco

08 Aprile 2022

Mobirise

“Un tricolore impegnativo con vista sull’Europeo”

Sarà un Campionato Italiano selettivo che premierà giovani completi. In attesa dell’ufficializzazione e dell’approvazione definitiva, è questa l’indicazione emersa dal sopralluogo con i ct delle nazionali Edoardo Salvoldi e Paolo Sangalli, che hanno visionato i percorsi dei tricolori Juniores maschili e femminili in programma sabato 2 e domenica 3 luglio a Cherasco. Con loro il componente della commissione strada della struttura tecnica federale Massimo Rabbaglio, il numero uno della Federciclismo Piemonte Massimo Rosso, il presidente del Velo Club Esperia Piasco Bruno Salvatico, il responsabile della struttura tecnica regionale Gianpietro Campagnaro e il tecnico regionale Donne Elisa Salvatico.
Sia la prova femminile del sabato sia il tracciato maschile della domenica si snoderanno sulle colline delle Langhe, tra vigneti e noccioleti, in una cornice paesaggistica che fa parte del patrimonio dell’Unesco. L’arrivo sarà in pieno centro, al termine di un breve strappo che condurrà sulla collina di Cherasco. Entrambe le prove saranno ancor più impegnative rispetto a quanto pensato inizialmente, su proposta dei commissari tecnici, che, insieme agli organizzatori, venerdì hanno già trovato e concordato le varianti.
“E’ un bellissimo percorso, esigente con un’altimetria importante con il caldo che a inizio luglio potrebbe fare la sua parte – commenta il ct della nazionale femminile Paolo Sangalli – sarà un Campionato Italiano duro che premierà i corridori in condizione. Al contempo sarà un ottimo allenamento anche per gli Europei in Portogallo della settimana successiva”.
Soddisfatto dell’incontro anche il ct della nazionale maschile Juniores Edoardo Salvoldi: “E’ stato un sopralluogo interessante, stiamo definendo con gli organizzatori la possibilità di qualche piccola modifica rispetto alla proposta iniziale per renderlo un po’ più selettivo e spettacolare – ammette – credo sarà un Campionato Italiano all’altezza del titolo con un degno vincitore. Le condizioni climatiche e ambientali potrebbero essere simili all’Europeo, il quale si disputa esattamente sei giorni dopo: è vero che il regolamento di iscrizione alla rassegna continentale impone dei tempi che sono antecedenti rispetto alla disputa del Campionato Italiano e quindi potrebbero esserci delle sorprese all’ultimo momento, ma credo che il tricolore sarà molto indicativo. Mi auguro che non sarà una corsa condizionata troppo dalla tattica ma più da un confronto diretto tra i ragazzi”.
Qualche dettaglio in più lo svela il componente della struttura tecnica nazionale della Federciclismo Massimo Rabbaglio: “Il tracciato presenta una salita non troppo dura, ma lunga il giusto per fare la selezione. Sicuramente vincerà un corridore che si sa difendere bene in salita e che allo stesso tempo possa essere un po’ veloce”.
A fianco degli organizzatori del Velo Club Esperia Piasco c’è il comitato piemontese della Fci, rappresentato dal presidente Massimo Rosso: “Questo Campionato Italiano è un grande riconoscimento che abbiamo ricevuto dalla Federciclismo Italiana per il lavoro svolto dal Piemonte negli anni, con l’espressione di campioni e atleti di primo piano a livello nazionale e internazionale – commenta – siamo dunque grati e orgogliosi per questo premio, che abbiamo condiviso con il Velo Club Esperia di Piasco, società che proprio nel 2022 compie cinquant’anni di sodalizio. Sarà una bella manifestazione, che fornisce stimoli e dà fiducia all’intero movimento giovanile regionale”.
“Per noi quest’assegnazione è la ciliegina sulla torta – gli fa eco il presidente del Velo Club Esperia Piasco Bruno Salvatico – abbiamo pensato già diverse volte di organizzare un Campionato Italiano, ma non ne avevamo mai avuta l’opportunità fino a quest’anno. Abbiamo avuto venerdì la soddisfazione di ricevere l’approvazione dei percorsi, pur con qualche lieve modifica, da parte dei commissari tecnici: saranno una novantina i chilometri per la gara femminile del sabato, circa 130 per i maschi la domenica. Ci aspettano due giorni intensi, ma ci stiamo impegnando, grazie al sostegno degli sponsor, per offrire il meglio a tutti coloro che interverranno”.
Se la partecipazione delle donne sarà libera e avverrà per “club”, per i maschi saranno i tecnici di ogni regione a comporre le rappresentative. 
Questo compito in Piemonte spetterà a Francesco Giuliani, coadiuvato dal responsabile della struttura federale Gianpietro Campagnaro: “Abbiamo buone prospettive e atleti importanti, anche di rilevanza nazionale – spiega proprio Campagnaro – c’è tutto quel che serve per fare bella figura sia dal punto di vista organizzativo, considerato che è stata allestita una macchina di spessore, che agonistico”.
Tecnico delle donne in Piemonte è invece Elisa Salvatico: “A parer mio sarà una gara molto selettiva, che premierà una scalatrice e che diventerà un bel banco di prova in vista degli Europei”.
Nel pomeriggio è intervenuto anche il sindaco di Cherasco, Carlo Davico. “Così come avvenne per il Giro d’Italia, con la partenza di una tappa nel 2012 e l’arrivo del 2013, la città è pronta ad accogliere con entusiasmo questa manifestazione poiché Cherasco non è solo arte, storia e cultura, ma è anche sport” conclude il primo cittadino.

Guarda i video del sopralluogo e le impressioni dei CT della nazionali italiana sui canali social:
https://www.facebook.com/tricolorejunior22
https://www.instagram.com/tricolorejunior22

Torna su  

Challange Esperia 50°

24 Marzo 2022

Mobirise

Il 3 aprile parte CHALLANGE ESPERIA 50°

I campionati italiani per il Velo Club Esperia Piasco sono un riconoscimento prestigioso, ricevuto dalla Federciclismo per i cinquant’anni di attività. Rappresentano anche la tappa più significativa della “CHALLANGE ESPERIA 50°”, l’iniziativa ideata dal club bluarancio per coinvolgere e ringraziare, in un anno speciale, tutti coloro che continuano a portare avanti con dedizione e spirito di sacrificio i valori del ciclismo. La Challange mira a premiare le società sulla base della partecipazione e non del risultato agonistico.
Come funziona? Ogni partecipante alle corse organizzate nel 2022 dal Velo Club Esperia Piasco ottiene un punto, che viene attribuito alla propria società di appartenenza. Si va così a comporre una classifica a punti per società: la vincitrice sarà premiata durante l’evento di fine stagione, organizzato per festeggiare il 50° anniversario. Della Challange fanno parte tutte le gare organizzate dal Velo Club Esperia Piasco, di ogni categoria.
“L’intento della Challange è quello di premiare le società sportive attraverso i loro atleti, dando importanza al gruppo indipendentemente dai risultati sportivi, bensì valorizzando quelli di partecipazione ed unione” conclude il presidente del Velo Club Esperia Piasco Bruno Salvatico.
Si parte domenica 3 aprile coi Giovanissimi a Piasco e si replica la domenica successiva sempre a Piasco con Esordienti e Allievi. Il 29 maggio protagonisti i Giovanissimi a Farigliano, per poi passare dai campionati italiani per Juniores del 2 e 3 luglio a Cherasco. Ancora Juniores a caccia di punti il 31 dello stesso mese a Piasco, poi tocca alla gara di tipo pista multicategorie del 4 agosto a Sant’Albano Stura. La Challange continua infine a settembre il 3 e 4 con Giovanissimi a Piasco e Allievi a Bene Vagienna. Il calendario potrà ancora subire variazioni.

Torna su

Cento giorni ai tricolori

24 Marzo 2022

Mobirise

L’iridata Balsamo: “Congratulazioni a Esperia Piasco”

E’ cominciato il conto alla rovescia per i campionati italiani di ciclismo Juniores, in programma sabato 2 e domenica 3 luglio a Cherasco. A inaugurare la manifestazione sarà il tricolore femminile, a chiuderlo la prova maschile. A organizzare il Velo Club Esperia Piasco sotto l’egida della Federciclismo.
Da oggi è disponibile il sito Internet dedicato alla manifestazione, che sarà costantemente aggiornato con notizie e curiosità. Attivi anche i canali social di Facebook e Instagram “Campionati Italiani Juniores 2022”. Ed è proprio attraverso i social che è arrivato un primo, prezioso, saluto: a inviarlo la campionessa del mondo Elisa Balsamo, punta della Trek-Segafredo e stella della nazionale italiana. La cuneese nel suo palmares vanta anche il titolo italiano Juniores, conquistato Darfo Boario nel 2016. Chissà dunque che a Cherasco non si possa applaudire, sabato 2 luglio, un’altra futura iridata.
“Vorrei congratularmi con Esperia Piasco perché quest’anno è riuscita a far tornare i campionati italiani Juniores sia maschili che femminili in Piemonte – ha detto Elisa Balsamo - saranno vicini alle mie strade di casa quindi sono davvero contenta che questa squadra sia riuscita a far tornare una gara così importante in provincia di Cuneo”.

(video saluto di Elisa Balsamo disponibile sulle pagine social)
 
https://www.facebook.com/tricolorejunior22
https://www.instagram.com/tricolorejunior22


Torna su

   

A Cherasco il tricolore Juniores 2022

12 Marzo 2022

Mobirise

Assegnata all'Esperia Piasco l'organizzazione dei tricolori

Fervono i preparativi a Cherasco, in Piemonte, dove il 2 e 3 luglio saranno assegnati i titoli italiani di ciclismo della categoria Juniores. Saranno due giorni di festa e di sport sulle strade cuneesi, che culleranno le promesse del ciclismo azzurro grazie all’impegno organizzativo del Velo Club Esperia Piasco. Nata nel 1972, la società del presidente Bruno Salvatico è pronta a onorare l’incarico ricevuto dal Consiglio Federale della FCI con una manifestazione dal triplice intento: celebrare il 50° di fondazione, offrire una vetrina al territorio e dare impulso all’intero movimento giovanile.
«Tutto è nato un anno e mezzo fa circa, quando si manifestò la possibilità di organizzare i campionati regionali per Esordienti e Juniores: ci fu paventata l’opportunità di accogliere nel 2022 la rassegna nazionale, e ciò è diventato progressivamente realtà. In cinquant'anni di vita del nostro sodalizio si sono susseguiti dirigenti capaci e atleti che poi sono sbocciati in ambito nazionale, ritengo quindi che questa decisione sia uno splendido premio verso tutti coloro che hanno contribuito a rendere prestigiosa la storia del Velo Club Esperia, in un ambiente sportivo dove il risultato era ed è secondario rispetto ai valori che trasmette questo sport» commenta Bruno Salvatico, presidente del Velo Club Esperia Piasco.
A contendersi le due maglie in palio saranno i migliori ciclisti del panorama nazionale di età compresa tra i 17 e 18 anni: sabato 2 luglio saranno protagoniste le donne, domenica 3 i maschi. Si tratta di un ritorno in regione per la prova di ciclismo su strada Juniores maschile, che riabbraccia il Piemonte a distanza di 31 anni dall’ultima volta: nel 1991 a Torino vinse il marchigiano Elisio Torresi, davanti al veronese Federico De Beni, a Dario Frigo e Paolo Savoldelli.
«Questa notizia è per tutti noi grande motivo d'orgoglio. Siamo felici che il Consiglio Federale abbia riconosciuto la validità del progetto presentato dal Velo Club Esperia - commenta il Presidente della FCI regionale Massimo Rosso - Questa storica società merita il riconoscimento per quello che in questi anni ha fatto per il ciclismo nazionale. Avere questo importante evento a Cherasco ha un valore per me ancora maggiore, vista l’attenzione che il Comune ha in questi anni riservato al ciclismo. Un ringraziamento va quindi al Sindaco e alla sua Amministrazione per essersi messi a totale disposizione del Velo Club Esperia. Saranno settimane intense per la macchina organizzativa dell'evento: sono certo che l'entusiasmo del team allestito farà sì che questa kermesse tricolore sia un manifesto eccellente dello sport giovanile nazionale».


Centro di storia e cultura - conosciuta come Città delle Paci, famosa per i mercati di antiquariato, comune del Barolo - Cherasco torna sotto i riflettori nazionali dopo essere stata sede di tappa al Giro d’Italia 2012 e 2013. Proprio quest’ultima edizione fu vinta Vincenzo Nibali, che qualche anno prima (era il 2002 ad Asolo) festeggiò il titolo italiano tra gli Juniores.
«Gli sportivi, in particolar modo i giovani, sono stati un encomiabile esempio di resilienza e tenacia durante la pandemia, ed è per questo che siamo felici e onorati di ospitare una manifestazione così prestigiosa a loro dedicata - commenta il sindaco Carlo Davico – Cherasco è una città medievale di arte e cultura, ma faremo di tutto per imprimere il nostro nome anche nella storia dello sport per allungare la tradizione ciclistica partita esattamente dieci anni fa con il Giro d’Italia».
Si correrà sulle strade della campionessa del mondo Elisa Balsamo, ma anche di Jacopo Mosca (Trek-Segafredo) nato ciclisticamente con il Velo Club Esperia Piasco.
Cherasco raccoglie il testimone da Darfo Boario Terme, teatro dell’ultima edizione: lo scorso anno vinsero il lombardo Alessandro Romele e la marchigiana Eleonora Ciabocco.

Torna su 

Sponsor & partner

Follow Us

Segui le avventure dei nostri atleti e ricevi maggiori informazioni
su tutti i canali social

This web page was made with Mobirise